La sicurezza delle reti

Di Ing. Luigi Repoli, direttore Tecnico Noinet:

"Lavoro sulle reti e la sicurezza delle stesse da ormai 20 anni e spesso mi viene chiesto se è possibile e come fare a far utilizzare internet in modo sicuro ai ragazzi e ai bambini. Sono anche io un padre di 2 bambini di 12 e 14 anni, vivo le stesse preoccupazioni di tutti e comprendo l'ansia che un genitore può avere nel dare ad un bambino le chiavi di un mondo così vasto e vario. Internet è uno strumento meraviglioso e sono fermamente convinto che impedirne l'uso sia un errore, ma è altresì vero che bisogna far comprendere alle giovani menti che internet è tanto bello quanto pericoloso ed educare i bambini all'uso corretto di internet è fondamentale, ma spesso non sufficiente: è necessario avere degli strumenti di controllo!
La filosofia di NOINET ha come punto fermo l'idea che internet sia un bene comune e che debba essere accessibile a tutti, e proprio perchè pensiamo che internet sia un bene, abbiamo deciso di implementare un sistema che permetta ai più piccoli di utilizzare questo strumento in maniera corretta ed in sicurezza. Questo strumento non può in nessun modo sostituirsi alla supervisione dei più grandi, ma può aiutare a proteggere chi ancora non conosce bene questo mondo. Per poter far comprendere tutti come il nostro sistema di "filtraggio dei contenuti" funziona, è necessario accennare ad alcuni concetti che sono alla base del funzionamento di internet.
Il principio di internet è piuttosto semplice: possiamo affermare che internet è una rete interconnessa di computer che offrono vari servizi agli utenti che vi si connettono. Il servizio che più di ogni altro viene utilizzato è la navigazione e la consultazione dei siti web. Per poter raggiungere e consultare i computer che pubblicano queste pagine web, è necessario che il nostro computer o telefono conosca l'indirizzo (IP) del computer sul quale c'è la pagina che si vuole consultare; senza scendere in dettagli e nozioni che non sono di semplice comprensione, è sufficiente sapere che ogni computer pubblicato in internet ha un proprio indirizzo IP pubblico (ad esempio: 77.43.90.125) che lo identifica in maniera univoca. Quando noi sul nostro browser scriviamo http://www.sitocheciinteressa.com, non facciamo altro che comunicare al nostro computer l'indirizzo IP del server che contiene le pagine che vogliamo consultare. Ma come fa il nostro pc a tradurre le parole in numeri? Come fa il computer a sapere che il sito http://www.sitochecerco.it si trova sul server che ha ad esempio per IP 43.67.56.79?
La risposta è, grazie ai DNS. I DNS sono dei traduttori che "risolvono" le parole che noi scriviamo nella barra del nostro browser in indirizzi IP. Senza i DNS internet non potrebbe funzionare!! DNS è l'acronimo di Domain Name System e non è altro che un database distribuito in vari server dove sono memorizzate tutte le informazioni e le corrispondenze "indirizzo web (http://www.sitochecerco.it) indirizzo IP (43.67.56.79)" di tutta la rete internet. È a questo punto chiaro che i DNS sanno esattamente quali sono gli IP dei siti "buoni" e dei siti "cattivi".
Per poter realizzare quindi un servizio di filtraggio dei contenuti che potesse essere utilizzato dagli utenti di NOINET, abbiamo pensato di sfruttare la potenza del DNS ed inserire nella nostra rete un sistema che, se interrogato, impedisce di visualizzare i siti considerati non idonei. Il sistema in questione è un DNS che legge il sito digitato dall'utente e verifica in base ad una serie di algoritmi se appartiene ad una lista da bloccare o da autorizzare alla visione. Ovviamente il servizio può essere utilizzato da tutti i nostri utenti qualora lo volessero. In questo modo NOINET pensa di dare la possibilità anche ai genitori più preoccupati (a ragione) di far accedere ad internet i propri figli in tutta sicurezza.
Abbiamo redatto anche un "esalogo" che vuole essere una semplice mini guida all'uso corretto di Internet".